Proverbi italiani

VILE, TU UCCIDI UN UOMO MORTO

Spiegazione del proverbio
Nel 1530 a Gavinana, sui monti pistoiesi, avvenne lo scontro fra le truppe comandate da Francesco Ferruzzi al servizio della Repubblica di Firenze e quelle di Fabrizio Maramaldo alle dipendenze degli Spagnoli, Ferruzzi, gravemente ferito, fu condotto davanti a Maramaldo e prima che questi l'uccidesse con una pugnalata, riuscì a gridargli in faccia le suddette parole che l'accusavano di vigliaccheria, perchè infieriva su un uomo incapace di difendersi. In riferimento a quell'episodio, oggi si adopera il verbo maramaldeggiare per biasimare chi approfitta dei più deboli.

Torna alla pagina precedente






I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.
© 2015 proverbi-italiani.com - P.IVA 01285270466 - contatti@proverbi-italiani.com

AVVERTENZE NOTE LEGALI

CONTATTI COOKIE